Accademico Ordinario

Accademici Olimpici, Lettere e Arti

 

Cenni Biografici
Nato a Valdagno il 13 dicembre 1935, Mario Richter si è formato a Padova nei secondi anni Cinquanta, laureandosi nell’anno accademico 1958-59 con una tesi sulla poesia di Jean de Sponde. Ha proseguito i suoi studi a Milano nell’Istituto di Filologia Moderna dell’Università Cattolica del sacro cuore sotto la guida del professore Raffaele de Cesare, di cui è stato per qualche anno assistente, e contemporaneamente all’Università di Ginevra, compiendo ricerche con l’appoggio di Jean Rousset e Marcel Raymond. “Lettore d’italiano” alla Faculté des Lettres et Sciences Humaines dell’Università di Grenoble (1963-1965), ha ottenuto la Libera docenza nel 1966 e la titolarità di cattedra nel 1972. Dopo avere insegnato Lingua e Letteratura Francese successivamente nelle Università di Lecce (1965-1968), di Milano (Università Cattolica del Sacro Cuore) e, per un decennio (1967-1977) a Parma, nel 1977 è tornato a Padova ricoprendo per un trentennio la cattedra già di Diego Valeri e di Enea Balmas e assicurando per vari anni nella Facoltà di Lettere e Filosofia la direzione dell’Istituto di Lingue e Letterature Romanze. Si è dedicato principalmente al Corso di laurea in Lettere e, fra il 1977 e il 1983, ha proseguito l’attività della Sezione francese della Scuola di Perfezionamento in Lingue e Letterature Straniere, che si è espressa anche con la pubblicazione di un «Quaderno».
Ha tenuto numerosi seminari e conferenze in Italia e all’estero (Francia, Svizzera, Germania, Austria, Belgio, Inghilterra, Polonia, Cina).
Al suo commento integrale dei Fiori del Male di Baudelaire (La “moralité” di Baudelaire, Lettura delle “Fleurs du Mal”, I-VIII, Padova, Cleup, 1990-1997) ‒ poi pubblicato in lingua francese (Baudelaire, Les Fleurs du Mal, lecture intégrale, due volumi, Ginevra, Slatkine, 2001) ‒ nel 1999 è stato assegnato il Premio “Natalino Sapegno”.
Fra i suoi libri dedicati alla letteratura italiana, hanno particolare rilievo La formazione francese di Ardengo Soffici (Milano, Vita e Pensiero, 1969, ristampa Edizioni Pentalinea, Prato, 2000) e l’allestimento critico degli importanti carteggi dell’artista toscano con Giuseppe Prezzolini e Giovanni Papini (per un totale di sei volumi).
Nel 1992 ha allestito per la collana Biblioteca della Pléiade di Einaudi-Gallimard l’edizione delle Opere complete di Rimbaud. Nel 2011 ha curato per la collana “I Millenni” di Einaudi una nuova traduzione italiana del Port-Royal di Sainte-Beuve e nel 2014, per la stessa collana, del Génie du christianisme di Chateaubriand. Una bibliografia pressoché completa della sua attività scientifica è consultabile, anche online, nel sito personale Mario Richter dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti.
I risultati più significativi della sua intensa attività di ricerca riguardano, essenzialmente, il Rinascimento franco-italiano e un’approfondita verifica della crisi d’ identità che, da Baudelaire al Surrealismo, ha investito la cultura occidentale.
Oltre che dell’Accademia Olimpica, è socio effettivo dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e dell’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti in Padova.

Principali pubblicazioni
1. Théodore de Bèze, Chrestiennes Méditations, texte établi et introduction par Mario Richter, Genève, Droz, 1964.
2. Giovanni Della Casa in Francia nel secolo XVI, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1966.
3. La formazione francese di Ardengo Soffici, Milano, Vita e Pensiero, 1969 (ristampa: Prato, Pentalinea, 2000).
4. La Poesia lirica in Francia nel secolo XVI, Milano-Varese, Istituto Editoriale Cisalpino, 1971.
5. Jean de Sponde e la lingua poetica dei Protestanti nel Cinquecento, Milano, Cisalpino Goliardica, 1973 (traduzione francese: Jean de Sponde et la langue poétique des Protestants, traduit de l’italien par Y. Bellenger et Fr. Roudaut, Paris, Classiques Garnier, 2011).
6. La Crise du logos et la quête du mythe – Baudelaire – Rimbaud, Cendrars, Apollinaire, Neuchȃtel, Éditions de La Baconnière, 1976.
7. G. Prezzolini – Ardengo Soffici, Carteggio, vol. I, a cura di M. Richter, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1977; vol. II, a cura di M.E. Raffi e M. Richter, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1982.
8. Les Deux “cimes” de Rimbaud. Dévotion et Rêve, Genève-Paris, Slatkine, 1986.
9. Apollinaire. Il rinnovamento della scrittura poetica all’inizio del Novecento, Bologna, Il Mulino, 1990.
10. G. Papini – A. Soffici, Carteggio, a cura di M. Richter, voll. I-IV, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 1991-2002.
11. Viaggio nell’ignoto. Rimbaud e la ricerca del Nuovo, Roma, La Nuova Italia Scientifica (ora Carocci), 1993.
12. Papini e Soffici, mezzo secolo di vita italiana, Firenze, Le Lettere, 2005.
13. Apollinaire. Le renouvellement de l’écriture poétique du XXe siècle, Paris, Classiques Garnier, 2014.
14. Rimbaud, Il cuore suppliziato, con il commento di Mario Richter, Einaudi, Quanti, 2013 (solo in e-book).
15. Allocuzioni di Immortali. Discorsi all’Accademia Francese fra Sei e Settecento, a c. di Mario Richter, Cespes, Rubbettino, 2017.
16. Galleria novecentesca. Incontri da Soffici a Zanzotto, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2017.